logo

Select Sidearea

Populate the sidearea with useful widgets. It’s simple to add images, categories, latest post, social media icon links, tag clouds, and more.
hello@youremail.com
+1234567890

I motori di ricerca, iniziamo a capire come funzionano

I motori di ricerca, iniziamo a capire come funzionano

I motori di ricerca online nascono da una reale e concreta esigenza degli utenti internet di cercare informazioni in modo semplice ed efficiente tra la miriade di siti web.

Da ciò si evince un concetto chiave per capire come funzionano: il loro primario obiettivo è, o meglio dovrebbe essere, quello di fornire a chi li utilizza nuove, utili ed affidabili informazioni in funzione delle ricerche effettuate.

Nel corso degli anni si sono avvicendati diversi motori di ricerca fino alla completa e totale affermazione di Google. Oggi quando si parla di motori di ricerca si fa praticamente solo ed esclusivamente riferimento a Google.

Un motore di ricerca scandaglia tutti i siti internet, ne “legge” i contenuti, li “giudica” e li archivia secondo uno specifico criterio. Questo è un altro passaggio chiave: un motore di ricerca crea un indice di tutte le pagine di tutti i siti web che ha trovato  e le ordina utilizzando sue specifiche logiche. Da qui deriva il termine “indicizzare un sito web” , ovvero far in modo che le pagine di un sito web per delle specifiche parole chiave sia inserito all’interno di questo indice.

Quando andiamo su Google e scriviamo la nostra parola o frase, viene interrogato questo enorme archivio di dati e vengono recuperate tutte le pagine dei siti web che “parlano” dell’argomento che abbiamo cercato e ci vengono presentate con un ordine, partendo da quella che Google ritiene “più attinente” alla nostra ricerca.

Questo è un altro punto chiave nel capire come funziona un motore di ricerca: in che modo vengono ordinati i risultati?

E’ molto importante saperlo perchè, se le pagine del nostro sito web sono nelle prime posizioni, queste avranno la possibilità di essere visitate da una quantità di persone immensamente maggiore rispetto a quelle classificate in posizioni successive.

Le logiche con cui vengono organizzate e ordinate le SERP, acronimo di search engine result page, ovvero le pagine di Google che ci mostrano i risultati delle ricerche effettuate, rappresentano il cuore strategico del suo funzionamento e sono sempre in evoluzione con il fine di migliorarne l’esperienza di utilizzo da parte degli utenti.

Quindi il compito di chi vuole indicizzare delle pagine di un sito web, da un certo punto di vista è molto semplice, è sufficiente conoscere:

– i criteri con cui una pagina di un sito web può essere inserita all’interno di questo indice

le logiche con cui Google ordinati i risultati delle ricerche effettuate

Ovviamente è una provocazione, si tratta di operazioni che all’apparenza possono sembrare estremamente facile, ma nella realtà si tratta di progettare ed applicare una vera e propria strategia di lavoro basata sulle regole che Google stesso impone.

Tuttavia fare in modo che un sito web entri nelle grazie di Google è assolutamente fattibile, anche da chi si appresta a masticare questo argomento per le prime volte, a patto però che sappia molto bene cosa fare e come farlo!

Nei prossimi articoli inizieremo a vedere più nel dettaglio come muovere i primi passi per indicizzare un sito su Google.

No Comments

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website