logo

Select Sidearea

Populate the sidearea with useful widgets. It’s simple to add images, categories, latest post, social media icon links, tag clouds, and more.
hello@youremail.com
+1234567890

Come gestire i pagamenti sul tuo sito ecommerce

Come gestire i pagamenti sul tuo sito ecommerce

La gestione dei pagamenti sul tuo sito ecommerce rappresenta un punto cardine di tutti il processo di acquisto. E’ il momento più delicato, quello in cui chiedi ai tuoi Clienti di “aprire il portafoglio” e pagarti prima di ricevere i prodotti che hanno scelto. Proprio per questo non sono ammessi errori in questa fase, qualsiasi cosa tu possa sbagliare non sbagliarla qui.

Puoi scegliere tra tanti modi per gestire i pagamenti sul tuo sito ecommerce, ma sono sostanzialmente due le modalità operative:

– ti fai pagare prima di spedire i prodotti

– ti fai pagare alla consegna

Partiamo dal secondo caso: il pagamento alla consegna. Viene chiamato pagamento in contrassegno e prevede il fatto che i tuoi Clienti possano ordinare i prodotti sul tuo sito ecommerce e pagare direttamente al corriere quando gli consegna il pacco. E’ molto utilizzato e diffuso in Italia poichè c’è una grande diffidenza ad utilizzare le carte di credito (tradizionali o ricaricabili che siano). Tu che vendi puoi scegliere di accettare contanti e/o assegni. Ti consiglio vivamente di accettare solo contanti e di limitarlo ad ordini di un valore non eccessivamente elevato. Questo principalmente per due motivi:

– il contrassegno è un servizio che i corrieri ti fanno pagare proporzionalmente all’importo da riscuotere (circa il 3% del valore che devono chiedere al cliente)

– per evitare di spedire a vuoto ordini di alto valore. Chi ordina sul tuo sito ecommerce in contrassegno potrebbe anche farlo senza una reale intenzione ad acquistare, e così tu ti ritrovi costretto a dover spedire comunque l’ordine, mentre chi lo riceve può senza problemi rifiutare la consegna. In questo caso il corriere ti rimanderà indietro il pacco, ma avrai comunque sostenuto i costi della spedizione ed i rischi di aver mandato in giro dei tuoi prodotti di valore.

Il mio consiglio è quindi quello di utilizzare nel tuo sito ecommerce il pagamento in contrassegno, ma di limitarlo ad ordini sotto un certo importo e di non accettare pagamenti in assegno. Ricorda anche di dire ai tuoi Clienti di preparare i contanti giusti, i corrieri non sono tenuti a dare il resto quando consegnano il pacco.

Nel tuo sito ecommerce non puoi non contemplare il  pagamento con carta di credito. Esistono tante modalità per far pagare i tuoi Clienti con carta di credito, praticamente tutte le banche ti mettono a disposizione un sistema da integrare al tuo sito ecommerce per far pagare con carta di credito.

Indicativamente i costi di questo servizio sono gli stessi e seguono questa logica:

un costo fisso per singolo + una % sull’importo del pagamento

La parte variabile è più o meno per tutti di circa il 3% , mentre se necessiti di servizi aggiuntivi (il servizio verified by visa, ecc… ) ti potrebbe essere richiesto un canone mensile.

Io personalmente ti consiglio di utilizzare PayPal per gestire i pagamenti sul tuo sito ecommerce, i costi sono praticamente gli stessi di quelli offerti da una qualsiasi banca ma ci sono dei vantaggi assolutamente da non sottovalutare. Prima di tutto l’affidabilità e l’enorme diffusione  che PayPal ha come metodo di pagamento.  I costi sono questi:

da 1,8% a 3,4% + €0,35 per ogni transazione

Oltre ai costi assolutamente in linea con gli altri, PayPal ti offre grandi vantaggi:

– un ottimo pannello di backoffice facile da utilizzare per gestire i pagamenti (report, rimborsi, richieste di pagamento, ecc…)

– la possibilità da parte del Cliente di pagare con il proprio conto PayPal senza dover tutte le volte inserire i dati della carta di credito

– la grande affidabilità e sicurezza dei pagamenti, sicurezza sia per i Clienti ma anche per i Venditori (paypal esegue sempre delle verfiche di forma ed avverte il venditore se ci sono sospetti di frode da parte di chi sta pagando)

Oltre a questo puoi, in modo molto semplice, inviare delle email ai tuoi Clienti con i link per effettuare pagamenti a posteriori, ad esempio per delle integrazioni di ordini e/o veri  e propri acquisti.

Il denaro che è sul tuo conto PayPal puoi versarlo su di un conto corrente che dovrai associare a tale conto. Per questo trasferimento non sono previsti costi ed i tempi di completamento sono di  1-2 giorni lavorativi.

Sul tuo sito ecommerce puoi anche richiedere il pagamento con bonifico bancario anticipato, ovvero il cliente effettua un ordine, esegue il bonifico e quando tu lo vedi accreditato sul tuo conto corrente procedi con la spedizione dell’ordine. Questo prevede un aumento dei tempi per evadere l’ordine (è necessario attendere che il Cliente faccia il bonifico ed i tempi bancari per l’accredito) e più lavoro da parte tua ( devi controllare se e come il Cliente ha effettuato il bonifico).

Questi sono in linea di massima i metodi di pagamento maggiormente diffusi ed a cui gli utenti web sono abituati e di cui si fidano.

Infine ci sono siti ecommerce che utilizzano come metodo di pagamento le  ricariche su carte postepay o similari. Questo sistema non denota da parte di chi vende una grande serietà, e non è assolutamente riconosciuto come metodo di pagamento dalle autorità competenti in materia.

No Comments

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website